https://www.jgambin.com/img/galeria/85/embalse-agua-finca-gambin.jpg
GAMBÍN, allineato con il settore nella resilienza al cambiamento climatico
  • 17 febbraio 2021

I tecnici dell'Associazione Interprofessionale di Limone e Pompelmo (ALIMPO), Antonio Hernandez e Raul Alcázar, hanno recentemente elaborato una relazione per dare risposta alle principali domande sulle fonti di approvvigionamento idrico nel bacino del Segura, e sulle strategie di ottimizzazione che si stanno sviluppando nella coltivazione del limone.

Un documento che serve come risposta alla richiesta dei produttori, degli operatori commerciali e dell'industria sull'origine, l'uso e la gestione dell'acqua nella produzione di questo agrume, e che nasce dalla grande preoccupazione per la carenza di questa risorsa idrica nel bacino del Segura.

Cosa che è di vitale importanza per GAMBÍN, dato che tutte le nostre aziende agrumicole si trovano nella Vega Baja del Segura, una zona che presenta i principali problemi in termini di "risorse idriche in uso agricolo".

La nostra area di piantagione è un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale per la coltivazione dei limoni, dove la scarsità dell'acqua e la sua qualità ci hanno portato a fare sforzi significativi negli ultimi anni per ottimizzare e ridurre il consumo di acqua.

Il rapporto dettaglia le diverse fonti di approvvigionamento idrico, la sua evoluzione storica e le previsioni future. In parallelo, descrive la strategia di ottimizzazione e l'uso efficiente dell'acqua nella coltivazione del limone attraverso l'irrigazione localizzata, la modernizzazione dell'irrigazione, e le innovazioni per ridurre il consumo di acqua come l'irrigazione a deficit controllato, l'uso di strumenti per il monitoraggio dell'umidità del suolo, e l'installazione di pacciame di plastica sul terreno o le coperture dei bacini di irrigazione.

Inoltre, sottolinea l'indicazione della FAO (agenzia dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura) sulla necessità di intraprendere il miglioramento della gestione dell'acqua e delle pratiche agricole per ridurre i rischi della scarsità d'acqua e migliorare i raccolti. In questo modo, sarà possibile ottimizzare le risorse idriche in una zona che dipende da precipitazioni irregolari, trasferimenti d'acqua, drenaggio, impianti di desalinizzazione e acque reflue trattate. 

Secondo il rapporto, il settore dei limoni ha fatto sforzi significativi negli ultimi anni per ottimizzare e ridurre il consumo di acqua. L'aumento dell'area sotto irrigazione localizzata nei limoni è stato del 268% negli ultimi 30 anni. Questi progressi nell'irrigazione e nella fertilizzazione sono riusciti ad aumentare la produttività del raccolto di limoni del 274%. Oggi si produce 1 kg di limone usando il 63% di acqua in meno rispetto al 1988.

In GAMBÍN siamo più che coinvolti nella cura e nella gestione delle risorse idriche. Per fare questo, seguiamo diverse linee guida. Da un lato, basiamo il nostro lavoro sui dati degli studi agro-climatici della zona, che ci aiutano a conoscere l'evotraspirazione della coltivazione. Applichiamo tecniche di analisi del suolo con caratteristiche fisico-chimiche e modernizziamo i sistemi di irrigazione, utilizzando l'irrigazione di precisione.

Come conclude il rapporto, il settore è preparato per uno scenario di diminuzione delle precipitazioni a causa del cambiamento climatico. E noi in GAMBÍN siamo orgogliosi di contribuire ogni giorno a questo non solo per garantire la fornitura di agrumi ai mercati, ma anche allo stesso tempo per praticare un'agricoltura responsabile per il bene e la durata del nostro ecosistema, cosa che è anche corroborata dai diversi marchi di qualità e pratiche efficienti che abbiamo.

Resta in contatto con Gambín

Iscriviti alla nostra newsletter

Certificazioni di qualità

GLOBALGAP GRASP
GLOBALGAP GRASP
BRC FOOD SAFETY